Esonero dal versamento del primo acconto IRAP per il 2020: come indicarlo in bilancio

di Vito Dulcamare

Pubblicato il 14 dicembre 2020



Il Decreto Rilancio ha introdotto l’esonero dal versamento del saldo IRAP per il 2019 e del primo acconto per il 2020 per tanti soggetti: esaminiamo come contabilizzare tale esonero.

Decreto Rilancio: esonero dal versamento del saldo IRAP

esonero primo acconto irapCome è noto, il “decreto Rilancio” ha previsto, per i soggetti con ricavi o compensi non superiori a 250 milioni di euro nel 2019, l’esonero dal versamento del saldo dell’IRAP dovuto per il 2019 e del primo acconto dell’IRAP dovuto per il 2020.

 

Come contabilizzare l'esonero: due comportamenti possibili

I beneficiari di tale agevolazione, fin dalla redazione del bilancio 2019, si sono posti la questione di come contabilizzare tale esonero.

Al riguardo, due sono i comportamenti contabili che la prassi ha ritenuto di poter indifferentemente adottare:

  1. l’IRAP maturata nell’anno, compreso quindi l’importo non versato a titolo di saldo 20