Nuova rivalutazione dei terreni edificabili o con destinazione agricola

Analisi della convenienza a rivalutare i terreni edificabili possedti dalle persone fisiche dopo gli interventi proposti dal decreto Rilancio. La rivalutazione dei terreni è un’opzione interessante per abbattere eventuali plusvalenze in caso di cessione

rivalutazione terreni edificabiliRivalutazione dei terreni edificabili o con destinazione agricola: generalità

Con l’art. 137 del D.L. 19 maggio 2020, n. 34, sono stati è stata prorogata la possibilità di effettuare la rivalutazione dei terreni posseduti alla data del 1° luglio 2020 entro il 30 settembre 2020.

Ai fini della determinazione delle plusvalenze e delle minusvalenze:

  • di cui all’art. 67, lettere a) e b), del Tuir, il cui testo è il seguente: “Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale ovvero se non sono conseguiti nell’esercizio di arti e professioni odi imprese commerciali o da società in nome collettivo e in accomandita semplice, né in relazione alla qualità di lavoratore dipendente:
     

    • le plusvalenze realizzate mediante la lottizzazione di terreni, o l’esecuzione di opere intese a renderli edificabili, e la successiva vendita, anche parziale, dei terreni e degli edifici;
       
    • le plusvalenze realizzate mediante cessione a titolo oneroso di beni immobili acquistati o costruiti da non più di cinque anni, esclusi quelli acquisiti per successione o donazione e le unità immobiliari urbane che per la maggior parte del periodo intercorso tra l’acquisto o la costruzione e la cessione sono state adibite ad abitazione principale del cedente o dei suoi familiari, nonché, in ogni caso, le plusvalenze realizzate a seguito di cessioni a titolo oneroso di terreni suscettibili di utilizzazione edificatoria secondo gli strumenti urbanistici vigenti al momento della cessione”;

sussiste la possibilità, ponendo in essere un determinato comportamento, di assumere, in luogo del costo di acquisto o del valore di riferimento:

  • dei terreni edificabili;
     
    e:
     
  • dei terreni agricoli, posseduti alla data del 1° luglio 2020, il valore che ai medesimi può essere attribuito a tale data mediante:
     

    • un’apposita e specifica perizia giurata di stima;
       
      e:
       
    • previo pagamento della prevista imposta sostitutiva;
  • le vigenti disposizioni consentono di assumere per i terreni edificabili e per i terreni agricoli posseduti alla data del 1° luglio 2020, in luogo:
     

    • del costo di acquisto;
       
      o:
       
    • del valore di riferimento dei terreni;

    il valore ai medesimi attribuito tramite un’apposita perizia giurata di stima e, ovviamente, previo pagamento della debita imposta sostitutiva.

In sintesi:

rivalutazione terreni edificabili

Ambito soggettivo

La rivalutazione dei terreni edificabili e dei terreni agricoli si rende applicabile:

  • alle persone fisiche;
  • agli enti non commerciali, come a titolo meramente indicativo una fondazione o un ente ecclesiastico, che, a seguito di acquisizione e/o di donazione, risultano possessori di terreni agricoli divenuti edificabili;
  • alle società semplici;

che possiedono i suddetti terreni al di fuori di un’attività commerciale o d’impresa.

Ne deriva che si devono considerare non rientranti nell’ambito dell’agevolazione in argomento:

  • società di capitali;
  • società in nome collettivo:
  • e società in accomandita semplice;
  • gli esercenti arti e professioni;

    e, in generale:

  • tutti i soggetti che esercitano un’attività d’impresa.

N.B.:  è bene porre in rilievo che il proprietario di più terreni edificabili e/o più terreni non edificabili non è obbligato ad eseguire la rivalutazione di tutti i terreni, in quanto ha la possibilità di scegliere di procedere all’affrancamento solamente di quei cespiti per i quali valuta la sussistenza di un’effettiva convenienza, come, ad esempio, per quelli che in un prossimo futuro intende procedere alla cessione.

 

A cura Annamaria Bettagno e Giancarlo Modolo

Mecoledì 3 giugno 2020

 

Per proseguire nella lettura dell’articolo, apri il pdf qui sotto.

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it