Il DL Fiscale conferma la definizione degli inviti a comparire senza sanzioni

accordo,paceDefinizione degli inviti a comparire

Come avevamo anticipato nel nostro precedente intervento, la versione definitiva del D.L. Fiscale – n.119 del 23 ottobre 2018 – pubblicato nella G.U.n.247 del 23 ottobre 2018, entrato in vigore il successivo 24 ottobre, all’art.2, comma 2, prevede fra l’altro, la definizione degli inviti a comparire di cui agli artt. 5, comma 1, lett.c) e 11, comma 1, lett.b-bis, del D.Lgs. n.218/97, senza sanzioni, interessi ed eventuali accessori.

Il superamento delle regole ordinarie

L’invito al contraddittorio  in  materia  di imposte sui redditi  e  di  IVA, previsto e disciplinato dall’art.5, del D.Lgs.n.218/1997, nella formulazione in vigore dal 1° gennaio 2015, oltre  ad  indicare  i  periodi  d’imposta suscettibili  di  accertamento  nonché  il  giorno   ed   il   luogo   della comparizione, deve recare anche l’indicazione delle maggiori imposte, ritenute, contributi, sanzioni ed interessi dovuti nonché dei motivi che danno  luogo alla loro determinazione.

L’invito deve comunque contenere i necessari elementi  di  dettaglio  anche  qualora dall’accertamento non scaturisca  la  determinazione  di  “maggiori  imposte dovute”  ma,  ad  esempio,  quella  di  “imposte  dovute”  (come  nel   caso dell’accertamento d’ufficio per omessa presentazione della dichiarazione)  o quella di “minori crediti d’imposta”  (come  nel  caso  di  rettifica  della dichiarazione IVA a credito che non comporti l’evidenziazione di  un  debito d’imposta).

Escludendo  talune,  poco significative, differenze derivanti dalla diversa natura dei tributi oggetto di adesione, la procedura dell’accertamento con adesione nelle altre imposte indirette è sostanzialmente analoga a quella prevista in materia di imposte dirette ed IVA.

E pertanto, ai sensi dell’art.11, del D.Lgs.n.218/97, l’ufficio può inviare/notificare ai soggetti obbligati un invito a comparire, nel quale sono indicati:

  • gli elementi identificativi dell’atto, della denuncia o della dichiarazione cui si riferisce l’accertamento suscettibile di adesione;
  • il giorno e il luogo della comparizione per definire l’accertamento con adesione;
  • le maggiori imposte, sanzioni e interessi dovuti;
  • i motivi che hanno dato luogo alla determinazione delle maggiori imposte.

In pratica, una volta avviato il contraddittorio, se raggiunto l’accordo, sul nuovo imponibile rideterminato, il contribuente provvede al pagamento delle imposte, sanzioni ( 1/3) ed interessi. Dette somme possono essere oggetto di compensazione.

L’adesione agli inviti a comparire da pace fiscale

Il comma 2, dell’art.2, del D.L. n.119 del 23 ottobre 2018, prevede che gli inviti al contraddittorio cui agli artt. 5, comma 1, lett.c) e 11, comma 1, lett.b-bis, del D.Lgs. n.218/97, notificati entro la data in vigore del Decreto fiscale – 24 ottobre 2018 -, possono essere definiti con il pagamento delle somme complessivamente dovute per le sole imposte, senza le sanzioni, gli interessi e gli eventuali accessori, entro 30 giorni dalla predetta data, cioè entro il 23 novembre 2018.

Detta definizione si perfeziona con il versamento delle somme in unica soluzione o della prima rata entro i termini sopra indicati.

Pur trovando applicazione le disposizioni previste dall’art.8, commi 2, 3, 4 del D.Lgs.n.218/97, in tema di rateizzazione, è prevista una deroga: indipendentemente dall’importo sono previste 20 rate trimestrali di pari importo. E’ esclusa la compensazione prevista dall’art.17 del D.Lgs.n.241/97.

In caso di mancato perfezionamento non si producono gli effetti della norma in corso di pubblicazione e il competente Ufficio prosegue le ordinarie attività. Dovrebbe trovare applicazione – per il rinvio operato all’art.8, commi 2, 3 e 4, del D.Lgs.n.218/97 – l’art.15-ter del D.P.R.n.602/73, norma che ha disciplinato il cd. lieve inadempimento, che ricorre ogni qualvolta…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it