La riforma del Terzo Settore in 12 pagine

Gli enti non commerciali sono stati interessati dalla generale rivisitazione delle disposizioni che regolano il “non profit”, ad opera del D.Lgs. 3.7.2017, n. 117 (codice del terzo settore).
Gli enti del terzo settore (ETS), di cui all’art. 4 del codice del terzo settore (CTS), si suddividono nelle varie tipologie previste dal codice stesso, ed esercitano in via esclusiva o principale una o più attività di interesse generale per il perseguimento, senza scopo di lucro, di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale.
Le attività di interesse generale sono quelle individuate dall’art. 5 CTS, comprendenti tra l’altro: gli interventi e i servizi sociali finalizzati a rimuovere e a superare le situazioni di bisogno e di difficoltà; le prestazioni sanitarie e socio-sanitarie; l’educazione, l’istruzione e la formazione professionale; la salvaguardia dell’…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in alto a destra. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it