Contabilità (semplificata) per cassa: alcuni utili appunti sulle scritture contabili e la tenuta dei registri

Pubblicato il 1 febbraio 2017

proponiamo un riassunto delle semplificazioni contabili previste dalla contabilità per cassa: dalla registrazione della fattura alla compilazione dei registri, facendo attenzione alle presunzioni di incasso e pagamento ed al loro effetto pratico, a volte positivo a volte negativo, da gestire bene...

semplificate-2017L’art. 18 del D.P.R. n. 600/1973 disciplina gli obblighi contabili per le imprese minori. Il Legislatore si è ben reso conto che la determinazione del reddito in base al nuovo principio di cassa - contabilità per cassa - darà luogo ad un aggravio di adempimento amministrativi. Per tale ragione ha previsto alcune semplificazioni contabili. Una di queste è disciplinata dal comma 5 dell’articolo 18 in rassegna.

La disposizione prevede che i contribuenti possono tenere esclusivamente i registri ai fini dell’imposta sul valore aggiunto “senza operare annotazioni relative a incassi e pagamenti … In tal caso, per finalità di semplificazione si presume che la data di registrazione dei documenti coincida con quella in cui è intervenuto il relativo incasso o pagamento”.

Il legislatore ha previsto, per esigenze di semplificazione, una presunzione assoluta (iuris et de iure), che quindi non ammette la prova contraria. La registrazione delle fatture ai fini Iva equivale all’incasso del ricavo. Analogamente la registrazione della fattura ai fini Iva nel periodo di imposta, equivale all’avvenuto pagamento della spesa. E’ irrilevante che l’incasso o il pagamento siano avvenuti effettivamente e non è possibile fornire la prova contraria.

E’ dunque evidente, in base ad un’interpretazione letterale della norma in