Istituti deflattivi del contenzioso e compensazione dei crediti con la P.A.: chiudere le controversie con il Fisco con l'utilizzo di crediti maturati verso la Pubblica Amministrazione

L’art.39, del D.L. n.66 del 24 aprile 2014, cd. Decreto bonus Irpef, è intervenuto sull’art.28-quinquies del D.P.R. n. 602/73, sopprimendo il riferimento ai crediti maturati al 31 dicembre 2012, generalizza così la norma a regime.
In sede di conversione sono state apportate ulteriori modifiche.
Vediamo, quindi, quali sono gli istituti toccati dall’intervento normativo, facendo il punto sulla nuova opportunità offerta dal Legislatore per chiudere le controversie con il fisco, in presenza di crediti maturati verso la pubblica amministrazione.
 
Il dettato normativo
L’art. 9, del D.L. n.35 dell’8 aprile 2013, convertito, con modificazioni, in legge n. 64 del 6 giugno 2013, titolato “Compensazioni tra certificazioni e crediti tributari”, ha aggiunto nell’ambito del D.P.R. n. 602/73, l’art. 28-quater, l’art…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in alto a destra. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it