Accertamento IVA: contabilità esibita in ritardo

di Antonio Gigliotti

Pubblicato il 30 maggio 2013



il contribuente che non riesce ad esibire i registri IVA richiesti dall'ufficio nei tempi previsti dalla legge, si espone a rischi di accertamento analitico-induttivo

L’accertamento analitico induttivo ai fini IVA è legittimo, anche senza accesso nella sede dell’impresa, se le scritture contabili sono state esibite dalla società contribuente solamente alcuni mesi dopo la richiesta da parte degli organi di controllo. È quanto emerge...

Scarica il documento