Il principio di competenza – Definizione e approfondimenti

di Redazione

Pubblicato il 25 giugno 2010



Enciclopedia di diritto tributario: il principio di competenza è...
Il principio della competenza temporale presiede la determinazione del reddito d'impresa.

principio di competenza economicaSecondo tale criterio di competenza temporale, i costi ed i ricavi proporzionali al tempo vanno indicati nel bilancio dell'esercizio di riferimento, indipendentemente dalla movimentazione finanziaria ( pagamento).

Ai fini della redazione del bilancio di esercizio si deve, quindi, tenere conto dei proventi e degli oneri di competenza dell'esercizio stesso, indipendentemente dalla data dell'incasso o del pagamento.

Il principio di competenza consente di fermare annualmente la vita dell'impresa, di per sé in continuo movimento fino all’eventuale cessazione dell’attività, attribuendo a ciascuno il reddito che concorre a formarlo.

In particolare, le società e gli enti il cui bilancio è soggetto per legge o per statuto all'approvazione dell'assemblea, possono effettuare nelle scritture contabili gli aggiornamenti consequenziali all'approvazione stessa fino al termine per la presentazione della dichiarazione.

Gli accertamenti degli uffici relativi alla imputazione temporale dei componenti negativi di reddito non riguardano l'occultamento di materia imponibile, ma aspetti prettamente formali dai quali, in linea di massima, non deriva un pregiudizio economico.

L’anticipo o il ritardo nell’imputazione a conto economico dei costi può comportare, però, portare a modifiche del risultato imponibile e del relativo momento di pagamento delle imposte.

Tuttavia, la deduzione - nel periodo di imposta di effettiva competenza - di costi oggetto di recupero per mancato rispetto del principio di competenza, può essere
in ogni caso riconosciuta.

E, il diritto al rimborso della maggiore imposta versata con riguardo a un periodo d’imposta antecedente o successivo a quello oggetto di accertamento, decorre
dalla data in cui la sentenza che ha affermato la legittimità del recupero del costo non di competenza è passata in giudicato, ovvero dalla data in cui è divenuta
definitiva, anche ad altro titolo, la pretesa dell’Amministrazione finanziaria al recupero del costo oggetto di rettifica.

 

Riferimenti normativi del principio di competenza:

• art. 109, T.U.n.917/86;

• Circolare n. 23/E del 24 maggio 2010

 

Approfondimenti:

Cassazione: per il principio di competenza, non si può scegliere il periodo d’imposta a cui imputare i componenti di reddito 

Il principio di competenza è inderogabile

La corretta utilizzazione del principio di competenza 

La Cassazione conferma: il principio di competenza è inderogabile

Scarica il documento