Come si compila il quadro RW 2022 colonna per colonna

di Ennio Vial Silvia Bettiol

Pubblicato il 8 giugno 2022

Nel presente intervento esamineremo tutte le colonne del quadro RW relativo alle persone fisiche con approfondimento pratico casella per casella, anche alla luce delle specifiche tecniche. 17 pagine concrete, con esempi pratici.

La compilazione del Quadro RW del Modello Redditi 2022

compilazione quadro rwLa compilazione del quadro RW è dovuta solo se il contribuente è un soggetto fiscalmente residente in Italia.

Le specifiche tecniche sono molto utili per comprendere le modalità di compilazione del quadro RW.

Nelle specifiche tecniche, ad esempio, viene precisato che la barratura della colonna 20 inibisce la compilazione delle colonne da 9 a 17 comprese e della colonna 19.

Ed inoltre la compilazione delle colonne 10, 11 e 15 relative all’IVAFE sono alternative rispetto alla compilazione delle colonne 12, 13, 16 e 17 relative all’IVIE.

In sostanza l’investimento estero o è soggetto solo al monitoraggio fiscale (in questo caso è necessario barrare la colonna 20), oppure sconta o solo IVAFE se prodotto finanziario o solo IVIE se immobile.

 

La colonna 1: Il codice titolo di possesso

compilazione quadro rw  colonna 1

 

La colonna 1 va sempre compilata; il codice 4 “altro” va utilizzato ad esempio in ipotesi di beneficiario di un trust che detiene investimenti all’estero, in quanto titolare effettivo, o dal delegato su un conto corrente estero.

Nel caso del delegato sul conto, si dovrà indicare il codice 1 nella successiva colonna 2.

 

La colonna 2: il delegato ed il titolare effettivo

compilazione quadro rw colonna 2

 

Il codice 2 è usato dal soggetto che riveste, con riferimento all’investimento estero, la qualifica di “titolare effettivo” ai sensi della normativa antiriciclaggio [art. 1, comma 2, lettera pp), e dall’art. 20 del decreto legislativo 21 novembre 2007, n. 231].

Si tratta, ad esempio, del beneficiario residente[1] di un trust che ha investimenti all’estero oppure del socio che detiene più del 25% delle quote della società estera.

Se compilata con il valore 2, si compila anche la casella 19, dove si indica la quota di partecipazione alla società estera o al trust e la casella 21, dove si indica il codice fiscale della società o del trust di cui il dichiarante risulta titolare effettivo.

La casella non va mai compilata per le attività patrimoniali (immobili, gioielli o auto di lusso).

Il codice 1) va utilizzato dal delegato sul conto corrente estero.

 

La colonna 3: il tipo di investimento detenuto all’estero

compilazione quadro rw colonna 3

 

La colonna 3 risulta di compilazione obbligatoria. Richiede l’indicazione della tipologia di investimento.

E’ di identica compilazione sia per le persone fisiche, sia per le società di persone e anche per gli enti non commerciali.

I codici da utilizzare con riportati nel successivo ritaglio:

compilazione quadro rw

Con il codice 20 monitoro la relazione bancaria in un unico rigo.

 

La colonna 4: il paese estero dell’investimento

 

La colonna va compilata obbligatoriamente. Indica il paese in cui è detenuto l’investimento.

Va lasciata in bianco in ipotesi di detenzione di valute virtuali che sono monitorate in colonna 3) con il codice 14.

Ciò comporta che le valute virtuali si ritengono sempre detenute in un paese a fiscalità ordinaria, non privilegiata, con evidenti conseguenze nel calcolo delle sanzioni da ravvedimento (le criptovalute saranno ravvedute con sanzione del 3% e non del 6% e i periodi di accertamento non sono soggetti a raddoppio).

 

La colonna 5: percentuale di possesso

La Casella risulta di compilazione obbligatoria.

La stessa potrebbe risultare ridondante rispetto alla 19 relativa al caso della titolarità effettiva.

Per comprendere la differenza, proponiamo