Diminuisce la contribuzione dovuta dai lavoratori dipendenti

di Antonella Madia

Pubblicato il 29 marzo 2022

La Legge di Bilancio 2022 introduce in via sperimentale una norma che prevede la riduzione dell'aliquota contributiva a carico del lavoratore. Tale opportunità vale per tutti i rapporti di lavoro dipendente ad eccezione quelli del settore domestico.
Vediamo meglio le caratteristiche e le condizioni per accedere a tale riduzione e analizziamo alcuni chiarimenti in merito forniti dall’Istituto Previdenziale.

Riduzione dell’onere contributivo per i lavoratori dipendenti

riduzione contribuzione lavoratori dipendentiLa Legge di Bilancio 2022, L. n. 234 del 30 dicembre 2021, con l'articolo 1, comma 121, prevede una riduzione della contribuzione per i lavoratori dipendenti: in particolare, a partire dal 1° gennaio 2022 e fino al 31 dicembre 2022, per i rapporti di lavoro dipendente viene riconosciuto un esonero pari a 0,8 punti percentuali sulla quota dei contributi previdenziali per IVS a carico del lavoratore.

Quanto detto vale per tutti i lavoratori dipendenti, ad eccezione dei lavoratori domestici, i quali godono già di un particolare regime contributivo di vantaggio.

Tale esonero non vale però per tutti i lavoratori dipendenti indiscriminatamente, ma solo se la retribuzione imponibile parametrata su base mensile per 13 mensilità non sia superiore all'importo mensile di 2.692 €, maggiorato per la competenza del mese di dicembre del rateo di tredicesima.

Quanto detto non va però a modificare l’aliquota di comput