Agenzia delle Entrate Riscossione: slittamento notifiche per cartelle esattoriali

di Oscar Fornaro

Pubblicato il 23 gennaio 2021



Vi è un ulteriore rinvio per l’attività di notifica di nuove cartelle e del versamento di tutte le entrate tributarie e non, derivanti da cartelle di pagamento, avvisi di addebito e avvisi di accertamento affidati all’Agenzia delle Entrate Riscossione.

Nuovo rinvio per le notifiche di cartelle esattoriali

rinvio notifiche cartelle esattoriali

Nel Decreto Legge n. 3/2021, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 11 del  15 gennaio 2021, recante “Misure urgenti in materia di accertamento, riscossione, nonché adempimenti e versamenti tributari”, ha differito al 31 gennaio 2021 il termine di sospensione dell’attività di riscossione precedentemente fissato al 31 dicembre 2020 dal DL n. 125/2020.

La sospensione riguarda i pagamenti in scadenza dall’8 marzo 2020 al 31 gennaio 2021, che dovranno essere effettuati entro il mese successivo alla scadenza del periodo di sospensione, entro quindi il 28 febbraio 2021.

 

Sospensione pignoramenti presso terzi

Sospesi anche gli obblighi derivanti dai pignoramenti presso terzi effettuati su stipendi, salari, pensioni e trattamenti assimilati.

Le somme oggetto di pignoramento non devono essere sottoposte ad alcun vincolo di indisponibilità, il soggetto terzo pignorato deve rendere fruibili al debitore.

Con l’accoglimento delle istanze di rateazione presentate dal 30 novembre 2020 e per tutto il 2021, con il pagamento della prima rata del piano di ammortamento, si determina l’estinzione delle procedure esecutive, a condizione che non vi sia stata assegnazione dei beni o dei crediti pignorati.

Per le cartelle di pignoramento in scadenza nel periodo di sospensione, dall’ 8 marzo 2020 al 31 gennaio 2021, si può richiedere una rateizzazione e in base al DL n. 137/2020, viene elevata da 60 mila a 100 mila euro la soglia per ottenere la rateizzazione senza necessità per il contribuente di dover documentare la temporanea situazione di difficoltà di pagamento in un'unica soluzione.

 

Nuovi rinvii per Rottamazione-ter e Saldo e stralcio

Per quanto concerne invece la definizione agevolata, riguardante la Rottamazione-ter e il Saldo e stralcio, per le rate in scadenza nell’anno 2020, viene slittato il pagamento ultimo al 1 marzo 2021.

Non sono previsti i cinque giorni di tolleranza di  cui all’art. 3 comma 14-bis del DL n. 119/2018.

Nello stesso giorno, è prevista la scadenza del versamento della prima rata del 2021 e in caso di versamenti effettuati oltre a tale termine, la definizione agevolata, non si perfezionerà e i pagamenti ricevuti saranno considerati a titolo di acconto sulle somme complessivamente dovute.

 

Vuoi approfondire ancora? Ti invitiamo a leggere: Accertamenti 2015: un mese in più per le notifiche

 

A cura di Oscar Fornaro

Sabato 23 gennaio 2021