La gestione della tredicesima mensilità: approfondimento dei punti principali

di Celeste Vivenzi

Pubblicato il 23 dicembre 2020



Diamo uno sguardo al consueto appuntamento annuale relativo all’erogazione della tredicesima mensilità, la retribuzione differita che, pur se maturata in corso d’anno, viene percepita dal lavoratore una sola volta, a fine anno. Qui ci soffermiamo sulle modalità di calcolo sulle quali incidono, in tempi di emergenza da Covid, oltre che i Contratti collettivi, anche la Cassa integrazione.

Premessa generale sulla tredicesima mensilità

gestione tredicesima mensilità Il regime fascista con il contratto collettivo nazionale del lavoro degli operai dell'industria datato 05 agosto 1937 ha introdotto nel nostro ordinamento l'istituto della tredicesima mensilità che in un primo momento era un adempimento facoltativo a cura del datore di lavoro.

Solamente con l'accordo Interconfederale per l'industria del 27.10.1946 l'istituto viene reso obbligatorio per il settore dei lavoratori dell'industria e in seguito il D.P.R. n. 1070 del 1960 ne ha esteso il diritto ai lavoratori dipendenti di qualsiasi settore assumendo il nome di gratifica Natalizia.

La tredicesima mensilità costituisce una forma di retribuzione differita in quanto pur maturando nel corso dell’anno il lavoratore la percepisce una sola volta (solitamente nel mese di dicembre come busta singola o insieme alle competenze del mese di dicembre fatto salvo i casi in cui viene invece elargita in quote mensili unitamente allo stipendio ordinario).

Come noto la disciplina e le modalità di calcolo vengono dettate dai Contratti collettivi e molti sono i fattori che possono incidere sulle modalità di calcolo compreso la cassa integrazione emergenziale riferita all’emergenza da COVID-19.

 

Sulla tredicesima mensilità abbiamo pubblicato anche "Tredicesima mensilità per i lavoratori dipendenti: calcolo e pagamento"

 


Nota

L’ammontare e il momento di corresponsione della tredicesima sono regolati anche dal CCNL e/o dagli accordi sindacali.


Regole generali per il calcolo della tredicesima

L’erogazione della tredicesima deve essere effettuata sulla base della retribuzione globale di fatto (Cassazione 24.06.1981 n. 4119) e, al fine di identificare al