Termini per autoliquidazione INAIL e caso di cessazione di attività

di Antonella Madia

Pubblicato il 5 marzo 2019



L’INAIL tratta il tema delle autoliquidazioni a seguito delle modifiche apportate con la Legge di Bilancio 2019, e dopo aver specificato quali sono i termini interessati dal differimento, ritorna sull’argomento segnalando cosa succede in caso di cessazione di attività a cavallo tra il 2018 e il 2019. Vediamo così nel dettaglio quali sono le scadenze nei confronti dell’INAIL che ci si troverà ad affrontare per l’anno in corso.

Termini per autoliquidazione INAIL e caso di cessazione di attivitàL’INAIL tratta il tema dell'autoliquidazione a seguito delle modifiche apportate con la Legge di Bilancio 2019, e dopo aver specificato quali sono i termini interessati dal differimento con la Circolare n. 1/2019, ritorna sull’argomento, segnalando cosa succede in caso di cessazione di attività a cavallo tra il 2018 e il 2019 con la recente nota n. 2836 dello scorso 22 febbraio 2019. Vediamo così nel dettaglio quali sono le scadenze nei confronti dell’INAIL che ci si troverà ad affrontare per l’anno in corso.

Le modifiche della Legge di Bilancio

L’art. 1, comma 1125, della Legge 145/2018, ha apportato delle modifiche per quanto concerne l’importo dei premi e contributi dovuti all’Inail per l’anno 2019, con il conseguente differimento:

    • della comunicazione delle basi di calcolo di cui all’articolo 28, comma 3, DPR 1124/1965;
    • dei termini previsti dall’articolo 28, comma 4, primo periodo, e comma 6 nonché dell’articolo 44, comma 2, DPR 1124/1965, ossia della presentazione delle dichiarazioni delle retribuzioni corrisposte nel 2018, del versamento dei premi di autoliquidazione e la comunicazione motivata di riduzione delle retribuzioni presunte.

Il differimento termini dell'autoliquidazione INAIL per l’anno 2019

Il dettaglio delle modifiche e del conseguente differimento dei termini è stato specificato dall’INAIL con la Circolare n. 1 del 2019.

In particolare, con tale documento è stato specificato il differimento:

1) del termine entro cui l’Istituto rende disponibili al datore di lavoro gli altri elementi necessari per il calcolo del premio assicurativo con modalità telematiche