Immobili commerciali e cedolare secca per il 2019: le nuove opportunità

di Celeste Vivenzi

Pubblicato il 14 febbraio 2019



La legge di bilancio 2019 ha introdotto alcune novità in materia di applicazione della cedolare secca agli immobili commerciali classificati nella categoria catastale C/1 - Negozi e botteghe - e alle relative pertinenze locate congiuntamente; l’unità locata deve avere una superficie complessiva non superiore a 600 metri quadri, al netto delle pertinenze. Sono escluse dalla cedolare secca le locazioni degli immobili a uso uffici o studi privati; esclusi anche gli immobili strumentali utilizzati per attività industriali o artigianali

Immobili commerciali e cedolare secca per il 2019: focus sul nuovo contratto alla luce della Legge di Bilancio 2019Premessa generale

La legge di bilancio 2019, Legge n.145-2018, ha introdotto alcune novità in materia di applicazione della cedolare secca agli immobili commerciali classificati nella categoria catastale “C/1 Negozi e botteghe” e alle relative pertinenze locate congiuntamente, ma l ’unità locata deve avere una superficie complessiva non superiore a 600 metri quadri, al netto delle pertinenze.

Sono escluse le locazioni degli immobili a uso uffici o studi privati; esclusi anche gli immobili strumentali utilizzati per attività industriali o artigianali.

Nota: la cedolare secca ha natura di imposta sostitutiva dell’IRPEF e delle relative addizionali (regionale e comunale).

Questa facoltà riguarda le persone fisiche, titolari del diritto di proprietà o del diritto reale di godimento di un immobile che danno in locazione fuori dall’esercizio di attività di impresa, arti e professioni (l'applicazione della cedolare secca per gli immobili commerciali rappresenta una facoltà rispe