Ridotti i premi INAIL per il 2019

Ridotti i premi INAIL per il 2019È stato pubblicato il Decreto Interministeriale MLPS-MEF del 22 ottobre 2018 che fissa la riduzione di premi e contributi INAIL per l’anno 2019, la quale si attesterà per il prossimo anno alla percentuale del 15,24%, rispetto al valore per l’anno 2018, fissato invece 15,81%. La riduzione si applica tenendo conto dell’andamento infortunistico aziendale, tenendo però esclusi alcuni specifici settori.

Riduzione del premio per infortuni e malattie professionali

Il Ministero del Lavoro – di concerto con il Ministero dell’Economia – ha pubblicato il Decreto Interministeriale 22 ottobre 2018, con il quale ha approvato la Determinazione del Presidente INAIL n. 356 dell’8 agosto 2018, la quale si occupa di fissare una riduzione dei premi e contributi dovuti all’INAIL per l’assicurazione contro gli infortuni e le malattie professionali, secondo quanto previsto dall’articolo 1, comma 128, della L. n. 147/2013.

Con tale provvedimento si prevede infatti una riduzione dei premi e contributi dovuti all’INAIL fino al 15,24% per il 2019, valore decisamente inferiore rispetto a quello stabilito per il 2018, che si attestava al 15,81%. Ciò significa che a partire dal 2019, l’esborso che dovranno effettuare le aziende per premi e contributi dovuti all’INAIL si attesta a un valore nettamente inferiore.

Le disposizioni della Legge di Stabilità 2014

Entrando nel merito del provvedimento, bisogna ricordare che tale riduzione discende da quanto previsto inizialmente per tutto il triennio 2014-2016, esteso poi anche al triennio 2017-2019; infatti, sebbene sia il Decreto Interministeriale 22 ottobre 2018 che la Determinazione del Presidente INAIL n. 356/2018 siano abbastanza laconici, essi discendono direttamente da quanto previsto dalla Legge di Bilancio 2014, art. 1, comma 128, quando prevede che “con effetto dal 1º gennaio 2014, con decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, su proposta dell’INAIL, tenendo conto dell’andamento infortunistico aziendale, è stabilita la riduzione percentuale dell’importo dei premi e contributi dovuti per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, da applicare per tutte le tipologie di premi e contributi oggetto di riduzione”, in relazione ovviamente alle risorse stanziate.

Tale misura è poi stata estesa anche per il triennio successivo, cosicché anche per il triennio 2017/2019 è stato confermato il finanziamento della misura in esame.

Soggetti interessati

La riduzione si applica ai settori non sottoposti a revisione e anche alle imprese che abbiano iniziato l’attività da non oltre un biennio, purché nel rispetto delle norme in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.

In merito c’è da dire che, mentre generalmente per le attività iniziate da oltre un biennio l’andamento infortunistico è osservato con riferimento ai primi tre anni del quadriennio precedente l’anno di decorrenza del provvedimento di oscillazione stesso, per le attività iniziate da meno di un biennio la legge ha correlato l’applicazione della riduzione al rispetto delle norme in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi di quanto previsto dagli articoli 19 e 20 delle modalità per l’applicazione delle tariffe approvate con il D.M. 12 dicembre 2000.

Rimangono invece esclusi dall’ambito di applicazione della riduzione dei premi e contributi dovuti all’INAIL: i premi contro gli infortuni domestici (di cui alla L. n. 493/1999, art. 8), i contributi per l’assicurazione contro gli infortuni degli apprendisti (ex D.Lgs. n. 276/2003, art. n. 72 e ss.mm.), i contributi dovuti per l’assicurazione contro gli infortuni dei collaboratori familiari e domestici (di cui al DPR n. 1403/1971, art. 5 e ss.mm.).  

Le caratteristiche della riduzione

Come specificato ulteriormente in materia di riduzione dei premi e contributi per…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it