Ferie, ROL ed ex festività non goduti: è possibile posticipare la fruizione?

di Antonella Madia

Pubblicato il 6 giugno 2018

È in scadenza il termine per la fruizione delle ferie non godute afferenti all’anno 2016, fissato al prossimo 30 giugno. Ma cosa succede quando non è possibile far fruire ai dipendenti ferie, ROL, ecc., entro i termini fissati dalla legge?

È in scadenza il termine per la fruizione delle ferie non godute afferenti all’anno 2016, fissato al prossimo 30 giugno. Ma cosa succede quando non è possibile far fruire ai dipendenti ferie, ROL, ecc., entro i termini fissati dalla legge?

Data limite per il godimento

È ormai noto che entro il prossimo 30 giugno le aziende dovranno porre particolare attenzione alle ferie pregresse dei propri dipendenti, in quanto entro tale data sarà necessario che i lavoratori abbiano completamente fruito dei giorni di ferie spettanti nell’anno 2016. Infatti, mentre le prime due settimane (di solito sono 28 i giorni di ferie annuali stabiliti) devono essere fruite nell’anno di maturazione, il dipendente ha la facoltà di utilizzare il secondo periodo feriale di due settimane entro 18 mesi dall’anno di maturazione: ciò significa che le ferie maturate entro il 31 dicembre 2016 hanno modo di essere legittimamente fruite entro il 30 giugno 2018.

Con riferimento invece a ROL, permessi in genere ed ex festività, di matrice contrattuale, solit