Commercio elettronico tramite società con sede a Malta e obbligo di dichiarazione in Italia

di Antonino Pernice

Pubblicato il 27 aprile 2018



Secondo la Cassazione sussiste l'obbligo, in capo al contribuente, di presentare in Italia le dichiarazioni dei redditi per le attività commerciali svolte on line con società estere, nel caso in esame per attività svolte a Malta anche mediante l’utilizzo di conti correnti accesi in Italia

Secondo la Cassazione sussiste l'obbligo, in capo al contribuente, di presentare in Italia le dichiarazioni dei redditi, per le attività commerciali svolte on line con società estere; la Corte territoriale, nel solco della decisione del tribunale, ha osservato che tale attività risulta comunque effettuata in ambito comunitario e mediante l'utilizzo di C/C, tutti accesi in Italia, sui quali venivano operati i pagamenti effettuati dai clienti per l'acquisto dei prodotti commercializzati dalla società con sede a Malta.

Antonino Pernice
27 aprile 2018

******

CORTE DI CASSAZIONE - Sentenza 12 aprile 2018, n. 16296

Reati tributari - Omessa e infedele dichiarazione - Artt. 4 e 5, del D.Lgs. n. 74 del 2000 - Superamento della soglia di punibilità limitatamente ad una imposta - Rilevanza penale.

Ritenuto in fatto

1. Con l'impugnata sentenza, la Corte d'appello di Catania confermava la decisione del tribunale di Catania, che, all'esito