Omesso versamento contributi: per l’applicazione della sanzione vale il criterio di competenza

Disposizioni in merito all’arco temporale in caso di superamento del limite di 10.000 euro di contributi omessi
Si torna a parlare di depenalizzazione dell’omissione contributiva, sulla base di un’ultima nota dell’Ispettorato del Lavoro, che ha messo in luce le circostanze temporali alle quali gli ispettori devono conformarsi nell’accertamento dell’omissione contributiva. La questione è sorta relativamente alla pubblicazione della sentenza della Corte di Cassazione, Sezione penale, n. 39882/2017, la quale ha messo in luce che “il reato deve ritenersi già perfezionato, in prima battuta, nel momento e nel mese in cui l’importo non versato, calcolato a decorrere dalla mensilità di gennaio dell’anno considerato, superi l’importo di 10.000 euro”. Infatti, con la nota in questione l’Ispettorato fa proprio l’indirizzo seguito dalla citata sentenza di Cassazione, al…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in alto a destra. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it