Immobili situati all’estero intestati a società e utilizzo da parte dell’amministratore

Capita sempre più frequentemente, oggi, che una società residente (in Italia) decida di estendere all’estero la propria attività, se non addirittura trasferirvisi integralmente.
È appena il caso – o forse no – di ricordare che l’articolo 1, comma 142, della Legge di Stabilità 2016 (Legge n. 208/2015) è intervenuto abrogando definitivamente i commi da 10 a 12-bis dell’articolo 110 del D.P.R. n. 917/86, eliminando pertanto i cosiddetti Paesi black list. Ne consegue che, laddove precedentemente era prevista una specifica disciplina di deducibilità e documentazione, ora si soggiace alle regole di deducibilità ordinarie previste per i componenti negativi di reddito.
Pertanto oggi è possibile orientarsi verso qualsiasi Paese estero al fine di estendere la propria attività senza alcuna limitazione, anche laddove in precedenza si era sottoposti a deducibilità limitate, se non quando fosse addirittura preclusa (Bahamas, Barbados, Liechtenstein…).
Per praticità, rimanendo vicini ai nostri confini nazionali e all’interno dell’Unione Europea, analizziamo il caso di una società che intende valutare la fattibilità di un progetto di estensione all’estero, consistente nell’acquisizione di un immobile in locazione (ad esempio, a Parigi, in Francia) per poi concederlo in uso gratuito a un amministratore.
Vediamo gli aspetti fiscali e contabili per la società, nonché i riflessi per l’amministratore, ripercorrendo le norme del D.P.R. n. 917/86 che regolamentano tali fattispecie, adattandole al “nostro amministratore” che intende trasferirsi a Parigi.
Innanzitutto, come detto, è preliminarmente necessario contestualizzare, ai fini normativi, gli aspetti che regolamentano entrambe le fattispecie….
Conitinua nel pdf…
[blox_button text=”QUESTO ARTICOLO E’ TRATTO DALLE NOSTRE CIRCOLARI SETTIMANALI” link=”https://www.commercialistatelematico.com/ecommerce/circolari-settimanali.html” target=”_self” button_type=”btn-default” icon=”” size=”…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it