La valutazione automatica (prezzo-valore) degli immobili ai fini della determinazione dell'imposta di registro

Con la circolare n. 18/E del 29 maggio 2013 l’Agenzia delle Entrate ha diramato una vera e propria guida operativa in materia di imposta di registro, con l’obiettivo di rendere omogenea eduniforme la tassazione degli atti notarili su tutto il territorionazionale.
Puntiamo la nostra attenzione sulla valutazione automatica degli immobili.
 
La valutazione automatica degli immobili
La determinazione del valore degli immobili sulla base delle rendite catastali (cd. valutazione automatica) inibisce il potere di accertamento di valore da parte dell’amministrazione finanziaria nei casi in cui il corrispettivo indicato in atto sia pari o superiore al valore catastale degli immobili trasferiti, determinato moltiplicando la rendita rivaluta per appositi coefficienti.
 
La norma
Ai sensi dell’art. 52, c. 4, del TUR “Non sono sottoposti a rettifica il …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in alto a destra. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it