Il nuovo regime dei minimi (seconda parte)

per leggere la prima parte clicca qui…
 
La precedente attività di lavoro dipendente o autonomo
Inoltre, è necessario che non venga proseguita l’attività precedentemente svolta sotto forma di lavoro dipendente o autonomo: ciò al fine di evitare che si aggiri la norma modificando semplicemente la veste giuridica dell’attività svolta ed ottenendo in tal modo un risparmio impositivo (e di contributi per il datore di lavoro).
E’ espressamente previsto che, a tal fine, non rileva la pratica obbligatoria ai fini dell’esercizio di arti o professioni. Nella circolare n. 17/E del 2012 sono state assimilate alla pratica professionale obbligatoria anche tutte le altre attività il cui svolgimento è previsto obbligatoriamente da specifiche disposizioni normative al fine di poter operare in un determinato settore economico-produttivo. Al riguardo è stato fatto l’esempio della pratica obbligatoria richiesta in alcuni settori dell’artigianato.
Nella circolare 26 gennaio 2001, n. 8/E, l’Agenzia delle entrate aveva affermato che la circostanza di aver esercitato la professione nelle more dell’iscrizione al relativo albo di appartenenza non rappresentava una condizione preclusiva all’accesso al regime, perché “l’attività di collaborazione professionale prestata presso uno studio legale, anche se sotto forma continuata e collaborativa, costituisce solo una parte limitata dell’attività professionale di avvocato; di conseguenza quest’ultima non può essere considerata mera prosecuzione di quella precedente”.
Nella circolare n. 17/E del 2012 è stato, al riguardo, chiarito che se viene svolta l’attività di praticante avvocato non in qualità di collaboratore coordinato e continuativo ma aprendo una partita Iva, il detto praticante può accedere al regime già al momento della apertura della partita IVA (e non dopo il superamento dell’esame di abilitazione), non potendo essere considerato ininfluente ai fini del computo del triennio il periodo di lavoro autonomo svolto da praticante.
Con riguardo al regime agevolato per le nuove iniziative produttive l’Agenzia delle entrate aveva chiarito, nella circolare n. 8/E del 20011, che tale disposizione “ha carattere antielusivo ed è finalizzata ad evitare gli abusi dei contribuenti, i quali, al solo fine di godere delle agevolazioni tributarie previste dal nuovo regime, potrebbero di fatto continuare ad esercitare l’attività in precedenza svolta, modificando solamente la veste giuridica in impresa o lavoro autonomo. Più che avere riguardo, quindi, al tipo di attività esercitata in precedenza occorre porre l’accento sul concetto di mera prosecuzione della stessa attività. E’ da ritenersi certamente mera prosecuzione dell’attività in precedenza esercitata quell’attività che presenta il carattere della novità unicamente sotto l’aspetto formale ma che viene svolta in sostanziale continuità, utilizzando, ad esempio, gli stessi beni dell’attività precedente, nello stesso luogo e nei confronti degli stessi clienti. L’indagine diretta ad accertare la novità dell’attività intrapresa, infine, va operata caso per caso, con riguardo al contesto generale in cui la nuova attività viene esercitata”.
I menzionati chiarimenti sono stati confermati nella circolare n. 17/E del 2012. L’Agenzia ha, in particolare, ribadito che si è in presenza di una mera prosecuzione dell’attività precedentemente esercitata “quando quella intrapresa presenta il carattere della novità unicamente sotto l’aspetto formale ma viene svolta in sostanziale continuità, ad esempio nello stesso luogo, nei confronti degli stessi clienti ed utilizzando gli stessi beni dell&…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:


Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it