Rivalutazione dei beni: le regole 2020

di Angelo Facchini

Pubblicato il 22 dicembre 2020

Con il decreto Agosto è stata rinnovata la possibilità di rivalutazione dei beni d’impresa presenti al 31/12/2019, da effettuare nel bilancio 2020.  Alcune differenze rispetto alla precedente stesura: l’imposta sostitutiva è del 3%, senza alcuna differenziazione tra beni ammortizzabili o meno; si può rivalutare il singolo bene, senza alcun riferimento alle “categorie omogenee”; il costo rivalutato rileva fin dal 2021 ai fini dell’ammortamento; la l’effetto plusvalenza è differito al 2024.