Conguagli di fine anno per i rapporti di lavoro privati

di Antonella Madia

Pubblicato il 16 gennaio 2023

L'INPS fornisce chiarimenti relativamente al conguaglio di fine anno dei contributi previdenziali e assistenziali per i datori di lavoro privati non agricoli che utilizzano la dichiarazione Uniemens e per i datori di lavoro iscritti alle Gestioni Pubbliche che utilizzano il flusso ListaPosPa.

Conguagli di fine anno: tempistiche

conguagli fine anno lavoro privatoCome sottolineato da parte dell'INPS, i datori di lavoro potranno effettuare le operazioni di conguaglio del mese di dicembre 2022 entro la scadenza di pagamento del 16 gennaio 2023 (ossia all'interno della denuncia di competenza del mese di dicembre 2022), ma anche con la competenza di gennaio 2023, in scadenza al 16 febbraio 2023.

Per quanto concerne invece i conguagli che riguardano il versamento del TFR al Fondo di Tesoreria, le operazioni di conguaglio potranno essere effettuate entro la denuncia di febbraio 2023 (ossia entro il 16 marzo 2023) senza aggravio di oneri accessori.

 

Fringe benefit

Si ricorda soprattutto per quest'anno la novità riguardante l'articolo 51, comma 3, del TUIR, ossia la questione dei fringe benefit.

In particolare, con il Decreto Legge n. 155 del 9 agosto 2022, art. 12, si introduce una deroga limitatamente al periodo di imposta 2022 con un nuovo limite massimo di estensione per i fringe benefit, elevato a 3.000 € con il successivo Decreto Legge n. 176 del 18 novembre 2022.

Con tale norma è estesa l’esenzione per nuove tipologie di fringe bene