Certificazione Unica 2022: novità e scadenze

di Federico Gavioli

Pubblicato il 5 febbraio 2022

Nella nuova Certificazione Unica 2022, relativa al periodo di imposta 2021, oltre all’aggiornamento della detassazione riguardante i redditi dei lavoratori dipendenti delle forze armate e di polizia, sono state inserite le nuove misure agevolative per il Tfr in caso di cooperative costituite da lavoratori provenienti da aziende in difficoltà, per le prestazioni da parte dei Fondi di solidarietà bilaterale del credito ordinario, cooperativo e della società Poste italiane Spa.

L'Agenzia delle Entrate, il 14 gennaio 2022, ha emanato un provvedimento in relazione a quanto disposto dall’articolo 4, commi 6-ter e 6-quater, del decreto n. 322 del 1998, in base al quale i soggetti che corrispondono somme e valori soggetti a ritenute alla fonte, devono rilasciare un’apposita certificazione unica (CU 2022), anche ai fini dei contributi dovuti all’Istituto nazionale per la previdenza sociale (INPS) ed agli altri enti e casse previdenziali individuati con decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze, emanato di concerto con il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali.

 

Certificazione Unica 2022: composizione del flusso telematico da inviare alle Entrate

certificazione unica 2022 novitàIl flusso telematico da inviare all’Agenzia delle entrate si compone:

  • del Frontespizio nel quale vengono riportate le informazioni relative al tipo di comunicazione, ai dati del sostituto, ai dati relativi al rappresentante firmatario della comunicazione, alla firma della comunicazione e all’impegno alla presentazione telematica;
     
  • del Quadro CT nel quale vengono riportate le informazioni riguardanti la ricezione in via telematica dei dati relativi ai mod. 730-4, resi disponibili dall’Agenzia delle entrate;
     
  • della Certificazione Unica 2022 nella quale vengono riportati i dati fiscali e previdenziali relativi alle certificazioni lavoro dipendente, assimilati e assistenza fiscale e alle certificazioni lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi nonché i dati fiscali relativi alle certificazioni dei redditi relativi alle locazioni brevi.

 

Termine per l’invio del modello CU 2022

Il termine ultimo per effettuare l’invio telematico, all’Agenzia delle entrate, dei dati relativi alle certificazioni uniche, periodo di imposta 2021, è fissato al 16 marzo 2022.

La normativa vigente prevede che la trasmissione in via telematica delle CU riguardanti esclusivamente redditi esenti o non dichiarabili tramite il cd. 730 precompilato, possono essere inviate