Lettere di compliance per i contribuenti che non hanno presentato la dichiarazione IVA o il quadro VE

di Danilo Sciuto

Pubblicato il 2 luglio 2021

In arrivo lettere di compliance per i contribuenti che non hanno presentato la dichiarazione IVA o il quadro VE. Le comunicazioni arriveranno al domicilio digitale degli interessati, nonché nell’area “Fatture e corrispettivi” del cassetto fiscale.

Mancata presentazione dichiarazione IVA o quadro VE: in arrivo le lettere di compliance

lettere compliance dichiarazione ivaAi contribuenti per i quali risulta la mancata presentazione della dichiarazione Iva per l’anno d’imposta 2020, o la presentazione della stessa senza il quadro VE, è in arrivo una comunicazione contenente informazioni per una valutazione della correttezza dei dati in suo possesso e per consentire di fornire elementi in grado di giustificare la presunta anomalia.

Lo stabilisce l'Agenzia Entrate in un recente provvedimento.

Il documento individua le modalità con le quali sono messe a disposizione del contribuente e della Guardia di finanza, anche con l’utilizzo di strumenti informatici, le informazioni relative alla presenza di fatture elettroniche, dei dati relativi alle operazioni di cessione di beni e di prestazione di servizi effettuate e ricevute verso e da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato e dei corrispettivi giornalieri trasmessi, che segnalano la possibile mancata presentazione della dichiarazione Iva per il periodo di imposta 2020 o la presentazione della stessa senza quadro VE.

Nella comunicazione l’Agenzia mette a disposizione del contribuente le seguenti informazioni:
  • codice fiscale e denominazione/cognome e nome del contribuente;
     
  • numero identificativo e data della comunicazione, codice atto e anno d’imposta;
     
  • data di elaborazione della comunicazione, in caso di mancata presentazione della dichiarazione Iva entro i termini previsti;
     
  • data e protocollo telematico della dichiarazione Iva trasmessa per il periodo di imposta 2020, in caso di presentazione della dichiarazione senza il quadro VE

I contribuenti che non hanno presentato la dichiarazione Iva per il periodo di imposta 2020 possono regolarizzare la posizione presentando la dichiarazione entro novanta giorni decorrenti dal 30 aprile 2021, con il versamento delle sanzioni in misura ridotta.

I contribuenti che hanno presentato la dichiarazione Iva relativa al periodo di imposta 2020 senza il quadro VE possono regolarizzare gli errori e le omissioni eventualmente commessi mediante ravvedimento operoso, secondo le regole ordinarie, beneficiando quindi della riduzione delle sanzioni.

Resta fermo che tale comportamento potrà essere attuato a prescindere dal fatto che la violazione sia già stata constatata o che siano iniziati accessi, ispezioni, verifiche o altre attività amministrative di controllo, di cui gli interessati abbiano avuto formale conoscenza salvo la notifica di un atto di liquidazione, di irrogazione delle sanzioni o, in generale, di accertamento, nonché il ricevimento di comunicazioni di irregolarità.

Di contro, il contribuente può richiedere informazioni o segnalare all’Agenzia eventuali elementi, fatti e circostanze dalla stessa non conosciuti.

 

Fonte: Provvedimento Agenzia Entrate del 30 giugno 2021

 

NdR: Potrebbe interessarti anche...

Oggi, 29 luglio, ultimo giorno utile per ravvedere la dichiarazione Iva21 non inviata a scadenza

Dichiarazione IVA 2021: le istruzioni sono da cambiare?

 

A cura di Danilo Sciuto

Venerdì 2 luglio 2021