Pagamenti tracciabili per la detrazione IRPEF del 19%

di Francesco Costa

Pubblicato il 24 giugno 2021



Una delle principali novità introdotte per i modelli 730/2021 e Redditi 2021 riguarda la disposizione che ha previsto l’obbligo di eseguire il pagamento di alcune spese con modalità tracciabili per beneficiare della detrazione fiscale. Alcuni chiarimenti in questo contributo...

Detrazione IRPEF del 19% e obbligo di tracciabilità dei pagamenti

pagamenti tracciabili detrazione irpefLa disposizione introdotta dal 1° gennaio 2020 stabilisce che la detrazione IRPEF del 19% (sono escluse le detrazioni con percentuali diverse) degli oneri indicati nell’art. 15 del TUIR e in altre disposizioni normative spetta solo per i pagamenti avvenuti con:

  • bonifico bancario o postale,
  • altri sistemi di pagamento diversi dal pagamento in contante previsti dall’art. 23 del D.Lgs. 241/2017 come ad esempio:
    • carte di debito,
    • carte di credito e prepagate,
    • assegni bancari e circolari.

 

Nozione di altri mezzi di pagamento

Nell’identificazione di “altri mezzi di pagamento” si intendono quelli che garantiscano la tracciabilità e l’identificazione del suo autore al fine di permettere efficaci controlli da parte dell’Amministrazione Finanziaria.

Nelle istruzioni del modello 730/2021 viene precisato che il contribuente può dimostrare il pagamento tracciabile mediante prova cartacea della transazione/pagamento con ricevuta bancomat, estratto conto, copia bollettino postale o MAV e dei pagamenti con PagoPA.

 

In mancanza l’utilizzo del mezzo di pagamento tracciabile può essere documentato mediante l’annotazione in fattura, ricevuta fiscale o documento commerciale, da parte del percettore delle somme che cede il bene o effettua la prestazione di servizio.

 

Si ricorda che NON rientrano tra gli altri mezzi di pagamento tracciabili:
  • i circuiti di credito commerciale attraverso cui avvengono scambi di beni e servizi e che non utilizzano nessun dei sistemi di pagamento elencati nell’art. 23 del D.Lgs. 241/97 (risposta ad interpello AdE 11 giugno 2020 n. 180);
     
  • i software realizzati allo scopo di rendere tracciabili i pagamenti eseguiti in contanti dai clienti, ad esempio perché non possiedono un conto corrente bancario, seppur detto sistema permetta di identificare i contribuenti (risposta interpello AdE 5 agosto 2020 n. 247)

 

E' accettato il pagamento tramite app?

Gli oneri possono essere pagati tramite un’applicazione di pagamento via smartphone così come precisato nella risposta all’interpello Agenzia delle Entrate 29 luglio 2020 n. 230.

Con tale modalità oltre al documento fiscale che attesta l’onere sostenuto è necessario possedere l’estratto del conto corrente su cui l’applicazione si appoggia e se dall’estratto conto non emergono le informazioni sul beneficiario del pagamento anche la copia delle ricevute dei pagamenti presenti nell’app.

 

Pagamento con carta di un familiare

L’obbligo di tracciabilità previsto dall’art. 1 comma 679 della L. 160/2019 si ritiene soddisfatto se il contribuente è intestatario del documento di spesa anche se il pagamento viene utilizzata la carta di credito di un altro soggetto (coniuge o figlio) a condizione che la spesa sia effettivamente sostenuta dallo stesso (risposte ad interpello Agenzia Entrate 19 ottobre 2020 n. 484 e 2 ottobre 2020 n. 431).

 

Spese esentate dall'obbligo di pagamento tracciabile

NON è obbligatoria la tracciabilità dei pagamenti per le spese sostenute in merito a:
  • l’acquisto di medicinali;
  • l’acquisto di dispositivi medici;
  • prestazioni sanitarie rese dalle strutture pubbliche;
  • prestazioni sanitarie rese da strutture private accreditate al SSN, rileva la qualifica della struttura e non il tipo di prestazione fornita in accreditamento o meno (risposta interpello 5 marzo 2021 n. 158).

 

Ti suggeriamo di leggere anche:

La tracciabilità delle spese sanitarie - Risposta al volo

Come rimediare per la detrazione di spese pagate in contanti

 

A cura di Francesco Costa

Giovedì 24 giugno 2021

 

Questo intervento è tratto dalla circolare settimanale di CommercialistaTelematico...

Abbonamento annuale Circolari Settimanali

Circolare Settimanale Commercialista Telematico

per i clienti dello studio

Abbonandoti per un anno alle Circolari Settimanali, ogni settimana riceverai comodamente nella tua casella di posta elettronica una circolare con tutte le novità dei 7 giorni precedenti e gli approfondimenti di assoluta urgenza.

Le circolari settimanali sono in formato Word per essere facilmente modificabili con il tuo logo ed i tuoi dati e girate ai clienti del tuo studio.

SCOPRI DI PIU' >