Prescrizione decennale per i crediti erariali ma non per le sanzioni

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 25 marzo 2021



Prescrizione decennale per i crediti erariali (Irpef, Irap, Iva), ma non per le sanzioni ed interessi che sono, invece, quinquennali.

prescrizione sanzioniPrescrizione decennale per i crediti erariali (Irpef, Irap, Iva), ma non per le sanzioni ed interessi che sono, invece, quinquennali.

La Corte di cassazione, nell’ordinanza 8120 del 23 marzo 2021, evidenzia che i crediti Iva, Irpef, Irap e per l’imposta di registro sono soggetti alla prescrizione ordinaria decennale, mentre sanzioni e interessi a quella quinquennale.

Nel caso di specie, la contribuente ricorreva contro l’intimazione di pagamento di una cartella notificata il 12 novembre 2004 (per Irpef, addizionali e relativi interessi e sanzioni), adducendo l’avvenuta prescrizione dei crediti erariali.

Sulla questione, la Suprema corte ha precisato che la prescrizione è legata tipo di tributo preteso (ovvero, di credito erariale).

A differenza del credito erariale (Iva, Irpef, e imposta di registro), che è soggetto alla prescrizione ordinaria decennale, la sanzione è, invece, soggetta a quella quinquennale, al pari degli interessi. In ogni caso le sanzioni non si applicano agli eredi.

Sono, dunque, soggette alla prescrizione quinquennale le sanzioni, ai sensi dell'art. 20 D.lgs. 472/1997 (Cassazione 5577/2019) che, peraltro, non si applicano agli eredi secondo quanto dispone l'art. 8 del d.lgs. n. 472 del 1997 (Cassazione 19988/2019).

Per quanto attiene agli interessi, quest'ultima obbligazione è accessoria a quella per sorte capitale e suscettibile di autonome vicende, sicché il credito relativo a tali accessori rimane sottoposto al proprio termine di prescrizione quinquennale come fissato dall'art. 2948 c.c. n. 4 decorrente dalla data in cui il credito principale è divenuto esigibile (Cassazione 30901/2019).

NdR: Potrebbe interessarti anche...

Cartella esattoriale, prescrizione ordinaria

Sospensione della prescrizione in tempi di Covid

 

A cura di Vincenzo D'Andò

Giovedì 25 marzo 2021

 

Informazioni estrapolate dal Diario Quotidiano di CommercialistaTelematico