La sospensione dei termini di versamento alla luce dei Decreti Ristori e Ristori bis

Con l’ausilio di utili quadri sinottici cerchiamo di fare ordine tra le nuove scadenze riprogrammate dai Decreti Ristori e Ristori bis, al fine di procedere correttamente agli adempimenti tributari sospesi per i contribuenti la cui attività è “bloccata” per normativa emergenziale Covid19

Decreto Ristori e Ristori bis: sospensione termini

sospensione termini decreto ristoriI decreti cosiddetti “Ristori” (DL 28/10/2020 n. 137) e “Ristori-bis” (DL 09/11/2020 n. 149) hanno ridisegnato la “mappa” di alcune scadenze fiscali sospendendo i termini “naturali” e rinviando l’obbligo al 2021.

La produzione normativa concitata e l’emergenza in cui la stessa vede la luce non permette, a volte, una lettura semplice delle disposizioni emanate causando una certa difficoltà operativa.

Gli schemi che seguono, quindi, intendono mettere un po’ d’ordine nel succedersi delle date da tenere in considerazione per procedere correttamente all’adempimento tributario e contributivo.

Sulle sospensioni dei termini puoi leggere anche: “Il cambio di passo sulle sospensioni dei termini dopo la conversione del D.L. n. 18/2020”

 

Sospensione termini: i tributi coinvolti

In particolare i tributi interessati dalla sospensione sono:

  • l’Ires, l’Irap, l’Irpef e la “cedolare secca” in scadenza il prossimo 30/11/2020 ovvero alla seconda o unica rata di acconto dovuto in base alla dichiarazione dei redditi;
     
  • l’Iva periodica (mensile e trimestrale) in scadenza ordinaria il 16/11/2020;
     
  • le ritenute di lavoro dipendente, le ritenute per addizionali regionali e comunali in scadenza il 16/11/2020;
     
  • i contributi Inps ed i premi assicurativi obbligatori (Inail) di competenza ottobre e novembre 2020 in scadenza naturale rispettivamente il 16/11/2020 ed il 16/12/2020.

La difficoltà principale che si può riscontrare alla luce delle norme in esame è quella di districarsi correttamente tra aspetto soggettivo e territoriale (quest’ultimo reso ancor più complesso in forza della suddivisione del territorio nazionale in regioni con diverso grado di rischio Covid-19) per stabilire in modo corretto chi può usufruire della sospensione termini e chi, invece, ne rimane escluso.

Senza pretesa di esaustività si spera che i quadri sinottici che seguono possano contribuire a rendere agevole il lavoro di molti colleghi ed operatori.

[CONTINUA]

Per proseguire nella lettura dell’articolo, apri il pdf qui sotto>>

 

A cura di Vincenzo Piazzese

Sabato 14 novembre 2020

Scarica il documento allegato
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it