L'impatto del coronavirus sull'attività e la continuità delle aziende

L’impatto del CoronaVirus (e dei relativi provvedimenti normativi ed amministrativi conseguenti alla sua diffusione nel nostro Stato) sull’attività e l’organizzazione delle aziende presenta diversi risvolti ed aspetti di difficile quantificazione nella loro totalità.
Si tratta di un evento da indicare negli Eventi Successivi alla chiusura del Bilancio d’esercizio e commentare adeguatamente cercando, ove possibile, anche di quantificarne i relativi effetti economici e finanziari sull’esercizio.

impatto del coronavirus sull'attività e la continuità delle aziendeAlla luce de’impatto del Coronavirus sul tessuto economico internazionale dovranno essere rivisti i piani industriali ed i business plan: come appare oramai certo l’effetto dell’epidemia avrà ripercussioni negative sul PIL italiano e mondiale.

Alcuni settori, pensiamo al turismo, ai trasporti, ma anche le attività di intrattenimento (citiamo quelle che subiranno per prime gli effetti delle ordinanze e della psicosi collettiva) saranno particolarmente sotto stress nel prossimo periodo.

Tale situazione si ripercuoterà ovviamente anche su clienti e fornitori.

A questo punto appare quasi sicuro che molte aziende dovranno rivedere i loro budget sul 2020 alla luce delle conseguenze dei provvedimenti assunti per contrastare questa pericolosa malattia di provenienza asiatica.

 

Fattori da analizzare

I principali fattori da analizzare sono:

  • impatto sui ricavi sia verso clienti italiani che esteri;
     
  • problematiche inerenti all’arrivo delle forniture dall’Asia sia per le materie prime che per i semilavorati;
     
  • eventuali impatti sulla gestione della manodopera derivanti anche dal blocco della circolazione delle persone e, di fatto, anche delle merci;
     
  • possibili aumenti dei costi delle forniture anche per effetti speculativi con conseguenti impatti negativi sulla marginalità della gestione.

 

Inoltre dovranno essere quantificate anche le relative conseguenze in termini finanziari (minori entrate, rallentamento degli incassi, riduzione del volume d’affari, possibile blocco degli investimenti, aumenti delle uscite, rischio di credit crunch da parte delle banche).

Sarà sicuramente necessario per le aziende valutare anche i relativi aspetti legali inerenti a rallentamenti o mancate consegne ai clienti per effetto del caos economico indotto dal Coronavirus.

Impatto del coronavirus sul bilancio d’esercizio

Gli impatti di questo imprevedibile evento dovranno anche essere valutati nell’ambito delle procedure di revisione del bilancio d’esercizio: valutazione della solvibilità dei clienti, analisi della recuperabilità dei valori di magazzino, eventuali fondi rischi per possibili penali di ritardata consegna, eventuali risvolti sulla gestione degli investimenti e delle partecipazioni in altre società.

Particolare attenzione andrà data, in sede di preparazione e revisione del bilancio d’esercizio delle società, alle possibili nefaste conseguenze che tutto ciò che sta accadendo potrebbe avere sulla continuità aziendale.

Il focus dovrà essere soprattutto sulla dinamica finanziaria futura per valutare la piena sostenibilità dei debiti come previsto anche dal Codice sulla Prevenzione della Crisi D’Impresa (DSCR = Debit Service Coverage Ratio).

 

Riccardo Bigi e Luca Bianchi

Mercoledì 26 febbraio 2020

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it