ISA: esonero dal visto per utilizzo in compensazione/rimborso dei crediti IVA e delle imposte dirette

di Mario Agostinelli

Pubblicato il 18 maggio 2019

Gli Indicatori Sintetici di Affidabilità sostituiscono gli Studi di Settore con la finalità di favorire l’emersione di base imponibile sommersa, di stimolare il corretto adempimento delle obbligazioni tributarie e di rafforzare la compliance. Gli ISA sono indicatori elementari che verificano la normalità e coerenza della gestione aziendale e professionale e attribuiscono un punteggio, su una scala da 1 a 10, espressivo del grado di affidabilità fiscale del contribuente.

ISA: esonero dall'apposizione del visto per utilizzo in compensazione/rimborso dei crediti IVA e delle imposte diretteGli Indicatori sintetici di Affidabilità sostituiscono gli Studi di Settore con la finalità di favorire l’emersione di base imponibile sommersa, di stimolare il corretto adempimento delle obbligazioni tributarie e di rafforzare la compliance.

Gli ISA sono indicatori sintetici elementari, che verificano la normalità e coerenza della gestione aziendale e professionale e attribuiscono un punteggio, su una scala da 1 a 10, espressivo del grado di affidabilità fiscale del contribuente.

Le due funzioni

Due le funzioni del nuovo strumento di valutazione della normalità e coerenza della gestione aziendale e professionale:

  • utilizzo degli indici ai fini della selezione delle posizioni da sottoporre a controllo;
  • applicazione del regime premiale con attribuzione in relazione al grado di affidabilità di semplificazioni negli adempimenti amministrativi e di benefici relativi all’attività di accertamento.

Con provvedimento del 10 maggio 2019 l’Agenzia Entrate ha pubblicato i voti in funzione dei quali i contribuenti potranno accedere ai benefici del regime premiale.

Il regime premiale consente, in particolare, l’esonero dall’apposizione del visto per l’utilizzo in compensazione orizzontale dei crediti IVA e delle imposte sul reddito fino ad importi, annuali, rispettivamente pari ad euro 50.000,00 e 20.000,00.

L’esonero è subordinato ad