Contratti certificati e ispezioni: chiarimenti

di Antonella Madia

Pubblicato il 14 giugno 2018

La certificazione dei contratti di lavoro dovrebbe tendere a ridurre il contenzioso in materia di lavoro. Ma cosa succede nel momento in cui la certificazione si incrocia con l’ispezione dell’INL? Le risposte vengono fornite da parte proprio dell’Ispettorato, che chiarisce agli organi ispettivi come comportarsi in tali casi

La certificazione dei contratti di lavoro dovrebbe tendere a ridurre il contenzioso in materia di lavoro. Ma cosa succede nel momento in cui la certificazione si incrocia con l’ispezione dell’INL? Le risposte vengono fornite da parte proprio dell’Ispettorato, il quale con la Circolare n. 9 dell’1 giugno 2018 chiarisce agli organi ispettivi come comportarsi in tali casi.

***

La certificazione dei contratti: breve ricognizione

La certificazione dei contratti di lavoro è quella procedura attraverso la quale si attesta che un determinato contratto abbia i necessari requisiti di legge: tali procedure vengono eseguite presso alcuni soggetti definiti “commissioni di certificazione”, che accertano una specifica qualificazione del contratto, dando maggior certezza su quello che è stato effettivamente pattuito tra le parti. Tale opportunità è stata introdotta con il D.Lgs. n. 276/2003, in particolar modo dagli artt. nn. 75 e ss. con l’obiettivo di ridurre il contenzioso in materia di qualificazione dei contratti, siano essi intermittenti, rip