I dubbi sullo spesometro: le fatture del rappresentante fiscale

di Claudio Sabbatini

Pubblicato il 19 ottobre 2017

le fatture emesse dalla partita Iva italiana non entrano nello spesometro se la cessione avviene da parte di un soggetto stabilito fuori dal nostro Paese, ciò anche se l’operazione viene certificata attraverso un documento emesso dal rappresentante fiscale

Commercialista Telematico | Software fiscali, ebook di approfondimento, formulari e videoconferenze accreditateLe fatture emesse dalla partita Iva italiana non entrano nello spesometro se la cessione avviene da parte di un soggetto stabilito fuori dal nostro Paese. Ciò anche se l’operazione viene certificata attraverso un documento emesso dal rappresentante fiscale o attraverso il numero attribuito per via dell’identificazione diretta.

Territorialità e fatturazione

Per comprendere la problematica occorre ricordare che le cessioni di beni fisicamente presenti in Italia e aventi lo status comunitario rilevano territorialmente in Italia.

Se il cedente non è stabilito in Italia, gli obblighi (di fatturazione, registrazione, dichiarazione, ecc.) ricadono sul soggetto qui residente (art. 17, comma 2 e art. 21, comma 5, D.P.R. 633/1972), in perfetta aderenza alle disposi