Aliquota IVA del 5% per le operazioni socio-sanitarie

L’Agenzia delle entrate ha fornito i primi chiarimenti relativi all’applicazione dell’aliquota Iva del 5% introdotta dalla legge di Stabilità del 2016. Secondo quanto precisato dalla Circolare n. 31/E del 15 luglio 2016, le cooperative sociali applicano la nuova aliquota sulle prestazioni socio–sanitarie senza che sussista la possibilità di optare per l’esenzione dal tributo. E’ dunque irrilevante, secondo la tesi dell’Amministrazione finanziaria, che le cooperative sociali sono considerate Onlus di diritto per le quali, invece, le stesse operazioni sono esenti da Iva ai sensi dell’art. 10, c. 1, p. 2 –ter, del D.P.R. n. 633/1972.
In conseguenza dell’intervenuta abrogazione dell’art. 1, comma 331, della L. n. 296/2006 non è più consentita alcuna opzione. A seguito dell’interpretazione prospettata la disciplina dell’Iva varia a seconda del soggetto che pone in essere la prestazione.
In particolare:

si applica la nuova aliquota del 5% se le prestazioni socio sanitarie sono poste in essere da cooperative sociali e i loro consorzi;

sono esenti da Iva le medesime operazioni poste in essere da cooperative non sociali aventi, però, la qualifica di Onlus;

si applica l’aliquota ordinaria del 22% se le operazioni sono poste in essere da operative non sociali non in possesso neppure della qualificazione di Onlus.

L’esenzione dall’Iva continua ad essere applicata, come ricordato dalla circolare in rassegna, alle prestazioni oggettivamente esenti e quindi riconducibili nell’ambito della disciplina di cui all’art. 10, nn. 18 e 21, del D.P.R. n. 633/1972. Si tratta, ad esempio, delle prestazioni sanitarie poste in essere da medici riuniti o relative alla gestione delle case di riposo per anziani. Questa interpretazione vale per la generalità dei soggetti, ma non per le cooperative sociali che restano soggette all’applicazione dell’aliquota del 5%.
La novità, cioè l’aliquota ridotta nella misura del 5…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it