La disciplina fiscale della cessione del credito

di Giovanna Greco

Pubblicato il 8 luglio 2016

la cessione del credito è un’operazione con la quale il creditore trasferisce ad un terzo la titolarità del suo diritto verso il debitore; in questo articolo ripassiamo i diversi esiti fiscali della cessione pro solvendo o pro soluto: quando diventa fiscalmente rilevante per il calcolo del reddito d'impresa l'eventuale perdita su crediti?

imagesLa cessione del credito è un’operazione con la quale il creditore trasferisce ad un terzo la titolarità del suo diritto verso il debitore. La materia è disciplinata dall’art. 1260 C.C., secondo il quale “il creditore può trasferire a titolo oneroso o gratuito il proprio credito, anche senza il consenso del debitore, purché il credito non abbia carattere strettamente personale o il trasferimento non sia vietato dalla legge". A seguito della modifica introdotta dalla L. 147/2013 all’art. 101 comma 5 TUIR, gli elementi certi e precisi, sui quali si fonda il diritto alla deducibilità della perdita sui crediti (nei casi diversi da crediti coinvolti in procedure concorsuali), sussistono in caso di cancellazione dei crediti dal bilancio in applicazione dei principi contabili.

In precedenza, la deducibilità “istantanea” della perdita conseguente alla cancellazione dei crediti dal b