Redditometro: la sentenza favorevole copre altre annualità

di Enzo Di Giacomo

Pubblicato il 2 aprile 2016

in caso di accertamento da redditometro, il giudicato favorevole al contribuente per un’annualità ha valore anche sulle altre annualità purché i presupposti siano i medesimi

In caso di accertamento da redditometro, il giudicato favorevole al contribuente per un’annualità ha valore anche sulle altre annualità purché i presupposti siano i medesimi.

Il principio è contenuto nella sent. n. 943/2016 della Corte di Cassazione da cui emerge che quando due giudizi tra le stesse parti abbiano ad oggetto il medesimo rapporto giuridico ed uno di essi sia stato definito con decisione passata in giudicato, il successivo accertamento fondato sullo stesso elemento (notevole incremento patrimoniale) deve ritenersi nullo.

Il redditometro è un istituto applicato ai fini accertativi dall’ufficio finanziario e disciplinato dall’articolo 38, D.P.R. 600/1973. Con Decreto Ministeriale 16 settembre 2015 sono state introdotte le nuove disposizioni in materia di accertamento sintetico del reddito complessivo delle persone fisiche per gli anni d’imposta a partire dal 2011. Co