Il reato di omesso versamento dell’IVA 2014 scatta dal 28 dicembre 2015

di Roberto Pasquini

Pubblicato il 16 dicembre 2015

scade il 28 dicembre il termine per la consumazione del reato di omesso versamento IVA (relativa all'anno 2014) che scatterà in caso di mancati pagamenti dell'imposta superiori a 250mila euro

***

A pochi giorni dalla scadenza del termine per il versamento dell’Iva dovuta in base alla dichiarazione annuale relativa all’anno 2014 (28 dicembre), evidenziamo ai Lettori le linee guida del reato di omesso versamento dell’Iva, di cui all’art.10-ter, del D.Lgs.n.74/2000.

Il reato di omesso versamento dell’Iva

Il D.L. n. 223 del 4 luglio 2006, convertito in legge n. 248/2006, ha sanzionato penalmente l’omesso versamento Iva. Il comma 7, dell’articolo 35, del D.L. n.223/2006, al D.Lgs. n. 74/2000, dopo l'art. 10-bis ha inserito l’art. 10-ter (Omesso versamento di IVA), prevedendo che “la disposizione di cui all'articolo 10-bis si applica, nei limiti ivi previsti, anche a chiunque non versa l'imposta sul valore aggiunto, dovuta in base alla dichiarazione annuale, entro il termine per il versamento dell'acconto relativ