Ristrutturazioni edilizie: il caso di due interventi a distanza ravvicinata, quale massimale?

di Nicola Forte

Pubblicato il 23 maggio 2015

in caso di due interventi di ristrutturazione edilizia sullo stesso immobile effettuati a distanza ravvicinata, in anni consecutivi, è possibili richiedere per due volte la detrazione IRPEF? Con quale massimale?

 

L’Agenzia delle entrate, in vista dei prossimi obblighi dichiarativi, è intervenuta fornendo ulteriori chiarimenti circa i criteri da seguire al fine del computo del limite di spesa riguardante gli interventi edilizi che danno diritto alla detrazione IRPEF ai sensi dell’art. 16 – bis del D.P.R. n. 917/1986 (cfr punto 3.2. della Circ. n. 17/E del 2015).

I dubbi riguardavano la corretta applicazione del citato art. 16 – bis, comma 4 avente ad oggetto la regolamentazione (ai fini della detrazione del costo) degli interenti che consistono nella mera prosecuzione di interventi iniziati in anni precedenti. La disposizione citata prevede che “ai fini del computo del limite massimo delle spese ammesse a fruire della detrazione si tiene conto anche delle spese sostenute negli stessi anni”. Ad esempio se la spesa s