La nuova deduzione per gli immobili acquistati e destinati alla locazione

di Nicola Forte

Pubblicato il 26 maggio 2015

con UNICO 2015 - periodo d'imposta 2014 - fa il suo esordio la nuova deduzione a favore dei contribuenti che hanno acquistato immobili da destinare alla locazione: tutte le regole per utilizzare al meglio tale deduzione IRPEF

 

Il 2014 è il primo periodo di imposta durante il quale trova applicazione la nuova deduzione IRPEF per le persone fisiche che hanno acquistato un immobile non di lusso, successivamente destinato alla locazione.

La disposizione di riferimento è costituita dall’art. 21 del D.L. n. 133/2014 convertito, con modificazioni, dalla legge 11 novembre 2014, n. 164 recante “Misure urgenti per l’apertura dei cantieri, la realizzazione delle opere pubbliche, la digitalizzazione del Paese, la semplificazione burocratica, l’emergenza del dissesto idrogeologico e per la ripresa delle attività produttive.

La disposizione riconosce una deduzione del 20 per cento agli acquirenti di immobili abitativi a condizione che, dopo l’acquisto, siano concessi in locazione in base ad un contratto a canone concordato. E’ stato però previsto un massimale. Infatti, la deduzione deve essere calcolata sul costo di acquisto (risultante dall’atto) o di costruzione dell’immobile per un onere massimo di 300 mila euro. Pertanto il beneficio della deduzione non potrà superare 60 mila euro.

Le istruzioni per la compilazione del Modello Unico 2015 hanno confermato la natura di deduzione (e non di detrazione). Il costo sostenuto deve essere considerato in diretta diminuzione del reddito imponibile e non dell’imposta lorda. Tuttavia, gli acquirenti di immobili non potran