Associazioni sportive: registro del CONI e altri requisiti

di Nicola Forte

Pubblicato il 31 ottobre 2014

le A.S.D. per ottenere i benefici fiscali previsti per legge non devono solo essere iscritte nel registro del CONI, ma devono anche rispettare gli altri requisiti previsti dalla legge

Un'associazione sportiva dilettantistica che abbia ottenuto il riconoscimento a fini sportivi, con l’iscrizione al registro telematico gestito dal CONI, non può essere considerata tale e quindi fruire delle agevolazioni fiscali se non è in possesso degli altri requisiti previsti dalla legge (art. 148 del TUIR e art. 90 della L. n. 289/2002).

Il principio, affermato dalla Commissione Tributaria Regionale della Lombardia con la sentenza n. 3575/2014 è sicuramente condivisibile.

Il caso potrebbe ad esempio riguardare un’associazione sportiva affiliata alla competente Federazione, senza però avere uno statuto in regola e comunque in possesso del riconoscimento a fini sportivi. La circostanza non è solo teorica in quanto la sussistenza dei requisiti previsti dal citato art. 90 può essere certificata dal legale rappresentante della società medesima che richied