Agevolazioni prima casa: non basta il compromesso per evitare la decadenza

di Alessandro Borgoglio

Pubblicato il 29 agosto 2014

se entro un anno dalla cessione infraquinquennale dell’immobile acquistato con l’agevolazione “prima casa” il contribuente non ne acquista uno nuovo da adibire ad abitazione principale, consegue la decadenza dal beneficio fiscale, anche se entro tale anno è stato stipulato un contratto preliminare di acquisto per il nuovo immobile

Il bonus “prima casa”

Con l’articolo 10 del D.Lgs. 23/2011, il legislatore, pur lasciando sostanzialmente inalterata la nota II-bis) all’articolo 1 della Tariffa, Parte Prima, allegata al DPR 131/1986, che disciplina l’agevolazione “prima casa”, intervenendo sul primo comma dell’articolo 1 della Tariffa, ha profondamente mutato il regime agevolato in oggetto, non soltanto per quanto concerne l’aliquota dell’imposta di registro applicabile, ma anche in relazione al suo ambito operativo, ovvero alla tipologia di immobili per i quali trova applicazione.

Mentre per la generalità degli atti di trasferimento immobiliare, dal 1° gennaio 2014 si applica l’imposta di registro nella misura del 9%, per quelli riguardanti la “prima casa”, invece, trova applicazione l’aliquota del 2%, più bassa di un punto percentuale rispetto a quella previgente pari al 3%. Tuttavia, in base all’articolo 10, comma 3, del D.Lgs. 23/2011, come modificato dall’articolo 26, comma 1, del DL 104/2013, le imposte ipocatastali, in tal caso, sono dovute nella misura di 50 euro ciascuna.

Occorre evidenziare, poi, che dal 2014, ai fini del sistema di tassazione relativo all’imposta di registro, il beneficio fiscale si applica soltanto agli atti di trasferimento di “case di abitazione, ad eccezione di quelle di categoria catastale A1, A8 e A9, ove ricorrano le condizioni di cui alla nota II-bis)”. In sostanza, l’articolo 10, comma 1, del D.Lgs. 23/2011, intervenendo sull’articolo 1, comma 1, della Tariffa, ha radicalmente modificato la formulazione testuale previgente che, invece, consentiva di usufruire dell’ag