Il trattamento fiscale delle spese di rappresentanza

di Sandro Cerato - Il Caso del Giorno

Pubblicato il 27 aprile 2013

una guida alla trattazione fiscale delle spese di rappresentanza in vista della redazione del modello Unico 2013 (relativo all'annualità 2012)

Le spese di rappresentanza, ai fini della determinazione del reddito d’impresa, sono disciplinate dall’art. 108, c. 2, D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917, da applicarsi congiuntamente all’art. 109, c. 5, u.p., Tuir, nel caso di spese alberghiere e di ristorazione qualificabili come di rappresentanza.

L’individuazione delle spese di rappresentanza deve essere operata sulla base del D.M. 19 novembre 2008: rientrano nel novero delle spese di rappresentanza le spese per viaggi turistici durante i quali siano programmate e, in concreto, svolte significative attività promozionali dei beni o dei servizi la cui produzione o il cui scambio costituisce oggetto dell'attività caratteristica dell'impresa, ovvero le spese per feste, ricevimenti e altri eventi di intrattenimento organizzati in occasione di ricorrenze aziendali o di festività nazionali o religiose, inaugurazioni di nuovi uffici, sedi o stabilimenti dell’impresa e mostre, fiere ed eventi simili, in cui sono esposti i beni e servizi prodotti dall’azienda. Parimenti viene classificata spesa di rappresentanza ogni altro onere sostenuto per be