La comunicazione di finanziamenti e capitalizzazione dei soci alla società (prima parte)

di Vito Dulcamare

Pubblicato il 4 settembre 2012



il prossimo 15 ottobre scade il termine per la trasmissione telematica della comunicazione relativa anche ai finanziamenti e alle capitalizzazioni effettuate dai soci: iniziamo oggi un'approfondita analisi delle principali problematiche riguardanti questo nuovo adempimento

Il prossimo 15 ottobre scade il termine per la trasmissione telematica della comunicazione relativa anche ai finanziamenti e alle capitalizzazioni effettuate dai soci, unitamente alla comunicazione dei beni di impresa concessi in godimento ai soci e ai familiari del’imprenditore1.

La disciplina relativa a tale comunicazione non è del tutto chiara essendo state emanate, al riguardo, un paio di circolari (che riguarda, però, essenzialmente i beni concessi in godimento ai soci e ai familiari dell’imprenditore) e alcune risposte, non del tutto chiare, fornite dall’Agenzia delle entrate nel corso di un incontro con la stampa specializzata.

Considerato che si tratta della prima comunicazione del genere e dovendo, secondo le indicazioni dell’Agenzia delle entrate, tener conto anche delle situazioni ancora in essere nel periodo di imposta in corso alla data del 17 settembre 2011, appare più che opportuno un riepilogo dell’intera disciplina.

A tal fine, nel presente pezzo si cercherà di analizzare quali sono le questioni ancora irrisolte che meritano un approfondimento da parte della stessa Agenzia delle entrate, fornendo anche una serie di indicazioni operative (acquisizione dati, prospetti...).

1 Il termine era inizialmente previsto per il 31 marzo (spostato al 2 aprile essendo il 31 marzo sabato) ed è stato prorogato con Provvedimento n. 37049 del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 13 marzo 2012.

Poiché il presente intervento riguarda esclusivamente i finanziamenti e le capitalizzazioni dei soci, per le questioni relative più specificatamente ai beni concessi in godimento ai soci e ai familiari dell’imprenditori si rinvia a R. DE MARCHI, Beni concessi dalla società in godimento a soci o familiari, (vedi...) del 25 giugno 2012; M. AGOSTINELLI, Beni in uso ai familiari dell’imprenditore e dei soci, (vedi...) del 9 luglio 2012; E. VIAL, La tassazione dei beni sociali utilizzati dai soci: le possibili vie di uscita, (vedi...) del 7 aprile 2012; IRDCEC, La disciplina relativa ai beni d’impresa concessi in godimento a soci o familiari, circolare n. 27/IR del 2 febbraio 2012.

Scarica il documento