Costi autovetture: deducibilità ancor più limitata dal 2013, diminuisce ulteriormente la convenienza all'intestazione delle autovetture nell'azienda

L’art. 4, c. 72 della Legge 28 giugno 2012, n. 92 (c.d. Riforma del mercato del lavoro) ha modificato i coefficienti di rilevanza fiscale dei componenti negativi di reddito afferenti i mezzi di trasporto contenuti nell’art. 164, c. 1, del Tuir. In primo luogo, è stato ridotto dal 40,00% al 27,50% il limite previsto dalla lettera b della disposizione, riguardante le autovetture e gli autocaravan di cui all’art. 54 del D.Lgs. 30 aprile 1992, n. 285, i ciclomotori e motocicili non destinati ad essere utilizzati esclusivamente come beni strumentali nell’attività propria dell’impresa, nonché i veicoli impiegati nell’esercizio di arti e professioni.
È rimasta, invece, invariata la misura dell’80,00% contemplata per i mezzi di trasporto degli agenti o dei rappresentanti di commercio. Analogamente, non ha subito mutamenti il…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in alto a destra. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it