Reati penali: occultamento e distruzione scritture, pena aumentata

di Angelo Facchini

Pubblicato il 6 novembre 2019

Il decreto fiscale aumenta la pena a carico di chi occulta e/o distrugge in tutto o in parte le scritture contabili o i documenti di cui è obbligatoria la conservazione, in modo da non consentire la ricostruzione dei redditi o del volume di affari. La reclusione sale da 3 a 7 anni.