Le società sportive dilettantistiche con fine di lucro

La pratica sportiva “dilettantistica” riceve sotto il profilo tributario un’attenzione particolare, in quanto si ritiene volta ad attività meritevoli e di interesse diffuso, rispetto alle quali lo sport dilettantistico, avente finalità “sociale” e non lucrativa, esercita una funzione di interesse pubblico. Per tale ragione, le associazioni sportive dilettantistiche (e in parte anche le società sportive dilettantistiche) hanno fruito, oltre che delle disposizioni agevolative del TUIR e delle altre norme per gli enti non commerciali associativi, anche di norme speciali come quelle della legge n. 398/1991.

Occorre ora considerare la novità costituita dalla nuova previsione relativa alle società sportive dilettantistiche aventi scopo di lucro, “lanciate” dalla legge di bilancio 2018 (art. 1, commi 353-360, legge 27.12.2017, n. 205) per superare alcune delle criticità che storicamente si associano alla formula “non lucrativa” dei soggetti che si occupano dello sport a livello di base, pur conservando rilevanti agevolazioni fiscali. La disamina del nuovo impianto normativo predisposto per le società sportive dilettantistiche (SSD) “lucrative” verrà preceduta da una breve rassegna sulle SSD “ordinarie”, cioè non aventi scopo di lucro secondo le norme di riferimento.

Associazioni sportive dilettantistiche e Società sportive dilettantistiche

Lo sport dilettantistico è solitamente affidato ad enti aventi la forma di associazioni, e non di società; tuttavia, da un certo momento in poi (in forza dell’art. 90 della legge n. 289/2002), alcuni dei benefici fiscali di cui possono fruire le associazioni sportive dilettantistiche (ASD) sono stati riconosciuti anche alle SSD (aventi forma di società a responsabilità limitata).

Come le ASD, le SSD possono godere, se iscritte nei registri CONI, dei benefici della legge n. 398/1991.

Ovviamente, rispetto alle associazioni, la forma societaria consente una formale distinzione tra chi ha il controllo dell’ente (anche un singolo socio) e chi fruisce degli impianti e delle attività sportive, e non prevede, come invece è stabilito per le associazioni, che in caso di chiusura tutti i beni debbano essere trasferiti a un altro analogo soggetto con le medesime finalità.

Rispetto alle ASD la SSD presenta altresì le seguenti peculiarità:

  • non può ricevere il contributo del “5 per mille” ( 2, commi da 4-novies a 4- undecies, D.L. 25.3.2010, n. 40, convertito dalla legge 22.5.2010, n. 73; art. 1, comma 154, legge 23.12.2014, n. 190);
  • deve sottostare alle regole delle s.r.l. circa il versamento del capitale sociale (minimo 10.000 euro: cfr. art. 2463 c.c.);
  • è obbligatoria (in quanto si tratta di s.r.l.) la tenuta della contabilità ordinaria;
  • la costituzione della società richiede un atto notarile (con i relativi costì);
  • libri sociali devono essere vidimati (numerati e bollati) presso la CCIAA;
  • non è possibile somministrare alimenti e bevande ai soci avvalendosi delle norme fiscali agevolative;
  • in materia di sicurezza sul lavoro (D.Lgs. 9.4.2008, n. 81), la SSD deve redigere il documento unico dì valutazione dei rischi da interferenze (DUVRI) e il documento di valutazione dei rischi (DVR);
  • può distribuire utili.

Rispetto alla responsabilità patrimoniale piena del presidente della ASD, nella SSD vige il principio di limitazione della responsabilità che deriva dalla natura di s.r.l. (la responsabilità dei soci, se non sono state rilasciate fideiussioni personali, è limitata all’importo del capitale sociale).

Il regime della Legge 398

Al regime fiscale “dedicato”, previsto per lo sport dilettantistico, incardinato nella legge 16.12.1991, n. 398, possono accedere le ASD che, nel periodo di imposta precedente, hanno conseguito proventi dall’esercizio di attività commerciali per un importo non superiore ad euro 400.000. Tale importo, decorrente dal 1° gennaio 2017, è stato elevato, rispetto alla precedente soglia di euro…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it