Se il Comune non dimostra e motiva i costi del servizio di raccolta rifiuti il cittadino non paga la TARES!

di Roberto Pasquini

Pubblicato il 10 giugno 2015

per poter riscuotere la TARES il Comune deve adeguatamente esplicare i calcoli seguiti per determinare l'imposta dovuta dal contribuente e dimostrare che i costi del servizio sono quelli su cui si basa la TARES applicata

Una importantissima sentenza della Commissione tributaria provinciale di Lecce (la n. 1891/02/15 del 21/4/2015) ha stabilito un paio di principi importantissimi per i contribuenti e per chi si occupa di difenderli in contenzioso.

LA MOTIVAZIONE DEGLI ATTI

In prima battuta la Commissione rimarca un aspetto già spesso trattato in giurisprudenza ma sempre utile da ricordare: con varie sentenze, tra cui ad esempio la sentenza n. 15638 del 12/8/2004, la Corte di Cassazione ha statuito che “…una congrua, sufficiente ed intellegibile motivazione deve sempre sussistere in relazione ai presupporti (ed alle finalità) dell’atto e non può, quindi, essere riservata ai soli avvisi di accertamento della tass