Lavoro: ferie e permessi non goduti entro il 30 giugno

di Angelo Facchini

Pubblicato il 15 giugno 2022

Il 30 giugno di ogni anno scade il termine per godere delle quattro settimane di ferie annuali maturate. Il prossimo 30 giugno scadono quelle maturate nel 2020. Il mancato godimento delle ferie entro il termine previsto dalla legge (18 mesi) o quello più ampio eventualmente disposto dalla contrattazione collettiva, obbliga l’azienda a: calcolare i contributi INPS dovuti sulle ferie maturate e non godute e versarli all’INPS. Il mancato godimento delle ferie è anche soggetto a sanzioni pecuniarie a carico del datore: sanzione base, da 120 a 720 euro; maggiorazione, se la violazione si riferisce a più di cinque lavoratori o si è verificata per almeno due anni, da 480 a 1.800 euro; maggiorazione, se la violazione si riferisce a più di dieci lavoratori o si è verificata per almeno quattro anni, da 960 a 5.400 euro.