INPS: la contribuzione IVS del socio

di Angelo Facchini

Pubblicato il 22 novembre 2019

L’INPS richiede l’assoggettamento a contribuzione IVS ogni volta l’attività commerciale o artigianale è esercitata con abitualità e prevalenza. La contribuzione è dovuta anche per i redditi di partecipazione derivanti al socio, inclusi quelli per trasparenza delle SRL che non hanno optato per l’art. 116 TUIR. Per il socio accomandante di una SAS, la mancanza di responsabilità patrimoniale non permette l’iscrizione come “titolare”; può solo essere iscritto quale coadiutore nel caso in cui abbia legame di parentela/affinità col socio accomandatario.