Cassazione: per l’omessa presentazione dichiarazione risponde sempre l’azienda

di Angelo Facchini

Pubblicato il 17 aprile 2020

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 9417 del 10 marzo 2020, ha stabilito che per gli errori e le omissioni fatti in dichiarazione dei redditi dal commercialista delegato, risponde sempre il legale rappresentante della società. Per la Corte, la presentazione delle dichiarazioni fiscali, come pure la tenuta delle scritture, non possono considerarsi assolti con l’affidamento del mandato ad un professionista.