Adempimenti Iva: per le fatture emesse dal fornitore estero adempiono i committenti nazionali

di Angelo Facchini

Pubblicato il 2 febbraio 2022

Sono i cessionari/committenti nazionali a dover adempiere circa gli obblighi Iva scaturenti dalle fatture emesse dal rappresentante fiscale in nome e per conto del fornitore estero, relative a operazioni effettuate in Italia nei confronti di soggetti passivi residenti. Queste operazioni non hanno rilevanza fiscale e non devono essere indicate nella dichiarazione annuale Iva. La prassi, che conferma questa indicazione, trova riscontro nel principio enunciato nell'art. 17, secondo comma, del DPR 633/72, in base al quale, per le operazioni effettuate nel territorio dello stato da soggetti residenti all'estero nei confronti di soggetti passivi residenti in Italia, debitore dell'imposta è il cessionario/committente. Fa eccezione solo il caso in cui il fornitore estero disponga in Italia di una stabile organizzazione che prenda parte alla realizzazione dell'operazione.